Pesticide Action Network - Italia

Aree di funzionalità ecologica (EFA) senza pesticidi

Colline

Secondo PAN Europe, prevedere aree di funzionalità ecologica (EFA) senza pesticidi è l'unica strada da segure.

Gli agricoltori europei non potranno avvelenare le EFAs se vorranno accedere ai "pagamenti ecologici'" (il cosidetto greening), che rappresentano il 30% del bilancio del primo pilastro della Politica agricola comune (PAC). La notizia in realtà rallegra molto poco i cittadini italiani, perchè riguarda gran parte dei paesi europei, ma con esclusione dell'Italia.
"Occorre stabilire aree di interesse ecologico, in particolare, al fine di salvaguardare e migliorare la biodiversità nelle aziende agricole"
Paragrafo 44 Regolamento (EU) 1307/2013

L'UE ha appena introdotto un divieto per l'uso di antiparassitari nelle aree produttive delle cosiddette aree di attenzione ecologiche per semplificare e semplificare il "greening" della sua politica agricola comune e per essere applicato entro il 2018 per ultimo. PAN Europa ei suoi membri accolgono con favore questa decisione, come un passo logico per mettere la biodiversità al centro dell'EFA, evidenziando in questa scheda informazioni come alcune delle semplificazioni concordate possono aiutare gli agricoltori e la pubblica amministrazione a mettere a fuoco l'introduzione di servizi ecosistemici che sostengono la coltura produttività.

Nella riforma del 2013 della PAC, è stata introdotta l'idea di una componente verde per cui le aziende più grandi (oltre i 15 ettari) devono offrire settori "per salvaguardare e migliorare la biodiversità nelle aziende agricole". Queste aree sono conosciute come aree ecologiche di focalizzazione (EFA) e dispongono di alcuni elementi che potrebbero essere considerati come "aree sensibili" concordate a Cardiff quasi 20 anni fa, quando l'UE ha intrapreso i primi passi provvisori per un'agricoltura sostenibile [1].

Le seguenti pratiche sono consentite come EFA. Spetta agli Stati membri scegliere una o più di queste opzioni:
(A) terreno sdraiato; B) terrazze; (C) caratteristiche del paesaggio (tra di essi, ad esempio, campagne), (D) strisce di buffer; E) ettari di agro-forestali; F) strisce di ettari ammissibili lungo i bordi forestali; G) zone con cuspide a rotazione corta senza uso di fertilizzanti minerali e / o prodotti fitosanitari; H) aree afforestate; I) aree con colture di cattura o coperture verdi e (j) aree con colture di fissaggio dell'azoto.

L'analisi della Commissione europea intitolata "Greening dopo un anno" [2] specifica che:
• Quasi il 70% del terreno coltivabile totale nell'UE è soggetto a aree di attenzione ecologiche (EFA). Fino al 9% del terreno seminativo totale nell'UE (area ponderata) è stato utilizzato come EFA; In termini fisici, il 14% dei terreni arbusti è stato dichiarato come EFA.
• La percentuale di terreni seminativi appartenenti alle aziende soggette all'obbligo EFA è più elevata (circa il 90%) in Belgio, Bulgaria, Repubblica ceca, Danimarca, Germania, Ungheria e Slovacchia e molto bassi in paesi come Malta e Grecia a causa della loro piccola struttura agricola, Irlanda e Austria a causa dell'alta percentuale di prati permanenti e della Finlandia a causa dell'esenzione forestale.

Il documento di lavoro della CE specifica:
• Solo alcuni Stati membri hanno introdotto restrizioni sull'uso dei pesticidi nelle aree produttive: tre per le colture coltivate (Belgio Fiandre + Vallonia, Germania, Paesi Bassi) e una per le colture azotate (Belgio, Vallonia). …e infine
• Solo 17 Stati membri hanno scelto margini di campo, essendo il principale tipo di paesaggio EFA in cinque Stati membri (Repubblica ceca, Lettonia, Paesi Bassi, Slovacchia e Svezia), dove hanno rappresentato quasi il 100% della superficie totale del paesaggio Caratteristiche. Supponiamo che i margini di campo siano tutti pesticidi liberi.
• i principali tipi di EFA dichiarati dagli agricoltori sono colture di fissaggio dell'azoto (45,4% dell'area fisica sul terreno), colture coltivate (27,7%), praterie (21,2%), caratteristiche paesaggistiche (4,3%) e strisce di tampone (meno dell'1%).

I nuovi ruoli dell'UE sul tema Greening significano che gli Stati membri e gli agricoltori, a partire dal 2018, dovranno [3]:
• l'uso di antiparassitari vietati in una parte produttiva di EFA (terra sdraiata, coltivazione di colture e colture di azoto), aggiungendo a coppice di rotazione corta già pesticidi;
• raggruppate alcune strisce (strisce di buffer e margini di campo) e ottimizzano le condizioni associate (larghezza minima e max: da 1 a 20 m + nessun requisito di produzione)

PAN Europa trova questa una buona notizia non solo per la biodiversità, ma anche per: 1) amministrazione pubblica, in quanto ciò darà maggiore flessibilità per incoraggiare fascioni di buffer e 2) agricoltori, poiché tali modifiche consentiranno agli agricoltori di beneficiare pienamente dei servizi ecosistemici che supportano la produttività delle colture.

Nonostante le nuove regole, gli Stati membri non sono autorizzati a modificare la percentuale di terreni seminativi dedicati agli AFA, ma sono autorizzati a riconsiderare le diverse pratiche che offrono agli agricoltori di applicare come EFA (e potrebbero essere aggiunti nuovi).

Uno studio IEEP [4] specifica che: dagli Stati membri sono disponibili poche informazioni per caratterizzare un margine di campo "tipico". Una revisione dei margini di campo in 8 Stati membri ha concluso che i margini erbosi lungo i corsi d'acqua e le coperture erano aumentati a seguito delle norme di condizionalità, tranne in Germania e in Italia (Farmer et al, 2008) ... .. Evidenze da due regioni agricole intensive La Germania nel 2008-9 ha indicato che in una regione circa l'80% della lunghezza del margine di campo era stretta strisce erbose (1-3 m di larghezza) e che costituiscono una gran parte del habitat semi-naturale in aree seminatrici, mentre nell'altra regione Circa la metà della lunghezza del margine era più larga di 3m e includeva siepi e/o alberi (Hahn, Lenhardt e Brühl, 2014).

Uno studio condotto da Guy Pe'er e tutti [5] conclude che: "gli sforzi devono essere incentrati sul miglioramento della progettazione e dell'attuazione delle opzioni EFA, considerando la biodiversità, le determinanti delle decisioni degli agricoltori e gli attuali ostacoli all'attuazione dell'EFA"

PAN Europa invita inoltre gli Stati membri ad assumere un ruolo proattivo nell'aiutare i numerosi agricoltori in tutta Europa che cercano soluzioni basate sulla natura, sostituendo gli antiparassitari, ponendo l'accento sulle soluzioni basate sulla natura, consentendo all'agricoltore di andare dall'uccisione per avviare la gestione della peste.

La sperimentazione sul campo commerciale nei Paesi Bassi e nel Regno Unito [6] si è dimostrata che i raccolti multifunzionali di seme nelle strisce di tampone forniscono molti vantaggi per i coltivatori: i numeri di nemici naturali nei margini dei fiori sono stati 2-6 volte più alti rispetto ai margini di controllo. Il numero maggiore di nemici naturali è sparso chiaramente nel raccolto, con livelli elevati registrati fino a 50 metri dal margine del fiore. I coltivatori di coltivazione hanno subito più attacchi dal più grande contingente di predatori di insetti e sono stati effettivamente soppressi sul campo con la striscia di fiori, mentre i rendimenti superiori del 10-30% sono stati raggiunti nei margini di fioritura in due dei tre anni e per tre Quattro colture testate. L'esperienza dei Paesi Bassi dimostra chiaramente che la produzione vegetale può andare di pari passo con la conservazione della biodiversità.

PAN Europa invita gli Stati membri a avviare il passo verso le soluzioni basate sulla natura aiutando gli agricoltori arabi a creare strisce di tampone con miscele multifunzionali di sementi, assicurando vantaggi combinati di impollinazione e controllo dei parassiti, facendo avanzare la semplificazione dell'UE delle zone produttive senza pesticidi e Fusione del campo e strisce di buffer.

PAN Europa sta seguendo un certo numero di ricercatori e agricoltori proattivi che usano pacchi di pesticidi gratuiti come una chiave nella loro gestione aziendale in Hoecke Wart nei Paesi Bassi: http://www.low-impact-farming.info/what-ipm

Lo studio IEEP conferma che gli agricoltori olandesi sono stati accompagnati per l'assunzione di questi tipi di strisce di buffer: avviare il passo verso le soluzioni basate sulla natura aiutando gli agricoltori arabi a creare strisce di tampone con miscele multifunzionali di sementi, assicurando vantaggi combinati di impollinazione e controllo dei parassiti, facendo avanzare la semplificazione dell'UE delle zone produttive senza pesticidi e Fusione del campo e strisce di buffer.
1. Nei Paesi di studio esaminati in questa relazione, solo i Paesi Bassi hanno presentato alla Commissione pratiche equivalenti applicabili principalmente ai margini di campo. Sono offerti due schemi di certificazione separati:
La striscia arabile di bordi di bordo obbligatori o strisce in campo larghe di almeno 3 m, seminate prima del 15 aprile con un mix di particolari specie erbacee progettate per la fauna selvatica o specifica. Nessun pesticidi, fertilizzanti o fertilizzanti minerali. Le strisce possono essere integrate da siepi, alberi, laghetti, fossi, strisce, colture di raccolto e colture di fissaggio azotato.
Il pacchetto Fondazione Skylark è costituito da: strisce di tamponamento incolte e margini di campo tra 1 e 20 m di larghezza, seminati prima del 15 aprile con un mix di miglioramento della biodiversità certificata (miscela di fiori e / o erba e forb mix) Spruzzando e macellato almeno una volta prima del 1 ° ottobre; O colture di fissaggio azotato; O catturare le colture; O la gestione delle caratteristiche paesaggistiche.
Tuttavia, l'assorbimento di entrambi i pacchetti è una piccola percentuale della superficie totale EFA.

PAN Europa ricorda una delle raccomandazioni politiche di Pe'er e tutti dicendo che "la Commissione europea ha un ruolo nella pianificazione partecipativa della conservazione, nelle piattaforme per lo scambio di conoscenze e la governance locale".

PAN Europa incoraggia la Commissione europea a organizzare laboratori e organizzare visite aziendali per ottenere rapidamente alcune esperienze su come lavorare con la natura, sebbene la creazione di strisce di tampone nei seminativi, permettendo agli agricoltori di attuare con successo questa misura nel 2018.
Infine, desideriamo ricordare che i ricercatori hanno anche risultati positivi di stabilire strisce di tamponi per attirare predatori in altri settori, a partire, ad esempio, con i vigneti e le piante di mele (x). E che il lavoro con la natura dovrebbe essere pietre d'angolo nella prossima riforma della PAC.

NOTE:
[1] Nel 1999 i ministri agricoli - nel Consiglio agricolo di Cardiff - fissano obiettivi specifici per le agrochimiche nella politica agricola comune (PAC) che concordano: "Oltre alle norme comunitarie per il controllo dei livelli massimi di pesticidi nei prodotti agricoli e le misure per ridurre i rischi ambientali dell'utilizzo di antiparassitari (contaminazione idrica, deterioramento della biodiversità, ecc.), Ulteriori misure dovrebbero essere sviluppate per le aree sensibili".
[2] La Commissione europea rivede la Greening dopo un anno; SWD (2016) 218 finale, parte 3/6 link: https://ec.europa.eu/agriculture/sites/agriculture/files/direct-support/pdf/2016-staff-working-document-greening-annex-2_en.pdf
[3]http://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/PDF/?uri=CELEX:32017R1155&from=EN
[4]https://ieep.eu/uploads/articles/attachments/641ea45b-b81b-4542-8827-79f0a8e6711d/IEEP2016_EFA_impacts_biodiversity.pdf?v=63664509988
[5] http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/conl.12333/abstract
[6] Per ulteriori dettagli vedere www.ecostac.co.uk